Ozieri, Sabato 22 Settembre 2018

Ozieri, vini, sapori e poesie

Ozieri, vini, sapori e poesie: una promozione straordinaria per i prodotti del territorio

Diecimila visitatori e turisti hanno affollato nei due giorni della rassegna le vie del centro. Produttori, punti ristoro, guide turistiche hanno lavorato senza tregua per soddisfare le richieste dei turisti e visitatori.

"Ringrazio tutti, la Pro Loco, i produttori, gli esercizi commerciali, le guide turistiche, i privati e gli enti che hanno messo a disposizione gli spazi, tutte le associazioni ed il personale delle cooperative e del Comune che con vero spirito di collaborazione e di accoglienza verso gli ospiti hanno consentito la riuscita di questo evento, portando Ozieri, i suoi prodotti e le sue risorse all'attenzione regionale." Questo è il commento dell'Assessore alle Attività Produttive Antonello Sgarangella, all'indomani del grande successo registrato dall'evento "Ozieri,vini,sapori e poesie".

10 mila visitatori e turisti fra le vie del centro.

Ozieri, vini, sapori e poesia

Produttori, punti ristoro, guide turistiche hanno lavorato senza tregua per riuscire affrontare le richieste dei turisti e visitatori presenti. Un numero veramente importante che si può stimare in oltre 10.000. Si è trattato di ospiti discreti e veramente interessati ai luoghi e ai prodotti. Migliaia i turisti arrivati dalle località costiere, ma anche da Sassari e dal sud dell'Isola, che sono giunti a Ozieri per degustare i prodotti dell'enogastronomia logudorese.
Inglesi, tedeschi, spagnoli e italiani, ancora in vacanza, che per un giorno hanno lasciato il mare per conoscere le tradizioni identitarie e gastronomiche della Sardegna dell'interno.
A pieno regime hanno viaggiato trenini e pulmini per accompagnare i turisti che hanno anche avuto l'opportunità di visite guidate a piedi. Grotte San Michele, museo archeologico, taverna dell'aquila, museo del cavallo, hanno registrato tutti visite con numeri da record. Una promozione straordinaria per i prodotti del territorio.

"Questo è il nostro intento; fare un promozione che serva anche da volano per la diffusione delle produzioni locali che stiamo cercando di intensificare e certificare." sostiene con vero entusiasmo l'assessore Antonello Sgarangella. "Basti pensare che ci hanno chiesto greviera e copulettas anche per il buffet organizzato a La Maddalena per l'inaugurazione prevista per la prossima domenica, 20 Settembre 2009, delle strutture realizzate per il G8." Tutti parlano di vero successo e della edizione che, certamente, ha registrato più consensi.
Antonio Cattina ha sfornato per due giorni quasi senza interruzioni. "La gente rimaneva estasiata dal pane che si gonfia nel forno. Ho avuto diverse richieste per rivendite sia in Gallura che a Sassari che inizieremo a fornire già dai prossimi giorni."
Stanca ma soddisfatta Santina Cappai. Le sue copulette sono state fra le più ricercate. Contenta anche Antonella Dessena che ha presentato come novità la produzione di un liquore estratto dal suo zafferano.
Entusiasti i nuovi imprenditori che, seguiti e sostenuti dal Comune per al realizzazione della loro attività, si sono affacciati per la prima volta nel mercato raccogliendo risultati oltre ogni previsione. Fra questi la prima azienda certificata per la produzione della greviera, due aziende di pasta fresca, un giovane fabbro e un artigiano della pietra.
Numerose le parole di apprezzamento per gli appuntamenti organizzati inseriti in un itinerario e per la bontà e originalità dei prodotti. Primo fra tutti la spianata che è stata preparata con cotture pubbliche e straordinarie nell'antico forno a legna. A ruba è andata anche la Greviera di Ozieri i sospiri e le copulettas e molto interesse hanno suscitato i vini Alvarega e Redagliadu.

Laboratori del gusto ed educativi per i bambini sulla cultura del grano e del pane.
Molto seguiti i laboratori organizzati sia per i bambini che per gli adulti per parlare della cultura del grano e del pane. Da una parte Grazia Manca dell'Agenzia Laore con al collaborazione dell'Associazione 40+1 e dall'altra Angelo Concas hanno illustrato i diversi tipi di grano, semole e pani sardi preparati con lievito madre "fremmentarzu" o con lievito di birra.

Prospettive per la coltivazione del grano nella piana di Ozieri.
Tecnici, ricercatori, molicoltori, rappresentanti delle associazioni agricole provenienti da ogni parte dell'Isola hanno discusso domenica mattina in occasione del convegno "Dal Grano al Pane: una filiera corta per la Spianata di Ozieri".
Sono state esaminate le prospettive di ripresa della coltivazione del grano nella piana di Ozieri, al fine di favorire lo sviluppo di una filiera corta della Spianata di Ozieri che è in via di certificazione con il marchio IGP. Molti spunti di riflessione sono arrivati durante il convegno che pone le basi per il sostegno al programma concreto di ripresa della coltivazione del grano nel territorio. Sono intervenuti: Pasquale Porcu giornalista Antonio Farris docente Facoltà Agraria Marco Dettori ricercatore Agris Bruno Satta progetto IGP della Spianata Laore Francesco Fattori Cooperativa Montebellobio : il successo della filiera del grano nelle Marche (già intervenuto su Report RAI 3) - Titino Galleu molicoltore rappresentanti della Coldiretti Cia Unione agricoltori.

Anche la cultura e la storia del cavallo è stata protagonista.
L'evento ha avuto anche spazi dedicati alla cultura e alla storia del cavallo. Il Dipartimento dell'Incremento Ippico di Agris ha aperto l'esposizione presente presso il palazzo Borgia e messo a disposizione alcuni antichi calessi e esemplari di asinelli bianchi e sardi sistemati in una antica stalla.
Buona partecipazione ha avuto anche l'escursione a cavallo organizzata dall'Associazione Ippica Monte Acuto nella nuova ippovia. La stessa associazione ha diffuso la sua attività in favore dello sport equestre sistemando alcuni pony in piazza Garibaldi che hanno consentito a molti bambini e ragazzi di provare l'emozione di andare a cavallo. Emozioni e applausi per la poesia sarda.

Quest'anno l'evento "Ozieri, vini, sapori e poesie" ha ulteriormente rafforzato i momenti di valorizzazione della radicata tradizione che Ozieri vanta in tema di poesie e letteratura sarda.
Un aspetto che conferisce a tutta la manifestazione spessore culturale. Sabato ha suscitato interesse straordinario il reading di poesie proposte dal Premio Ozieri di Letteratura Sarda recitate da Clara Farina, con l'accompagnamento musicale di Gavino Murgia.
Momenti veramente intensi, di straordinaria efficacia e armonia fra le frasi musicali ed i versi, sono stati vissuti in da centinaia di spettatori in una terrazza che si affaccia sul centro storico.
Numerosi gli applausi e vera soddisfazione per il presidente del Premio Ozieri Vittorio Ledda e il segretario Antonio Canalis. La chiusura è stata ancora importante con la splendida ed ispirata voce di Elena Ledda che ha dato tutta se stessa in una serata speciale.
A fine concerto ha ricevuto il premio "Prometeo" della biennale di cori tradizionali insieme allo stilista Paolo Modolo.

Versione stampabile